PRIX MAURICE DE GHEEST - DEAUVILLE 7.8.22

Qui si parla sul Galoppo in generale, nazionale ed internazionale.. Di tutto tranne del pronostico della giornata odierna, di cui si parla nel topic relativo alla giornata.

Moderatore: Moderatori Galoppo

Rispondi
Avatar utente

Autore Argomento

Dottò

Dio del Forum
Messaggi: 19919
FC: 1380Fanta Coin
Messaggi/giorno: 11,84
Reazioni: 5230
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#1

Messaggio da Dottò » 05/08/2022 - 17:03

Continua la serie delle corse di gruppo 1 del Meeting Lucien Barrière di Deauville, che domenica 7 agosto presenterà L'Arc Prix Maurice De Gheest, corsa per cavalli di 3 anni ed oltre sulla distanza dei 1300 metri in pista dritta.

La domenica di Deauville offrirà le seguenti due pattern races:
ARC PRIX MAURICE DE GHEEST (Gr 1) - 3 anni ed oltre - 1300 metri (p.d.) - montepremi € 380.000
PRIX DE REUX - COPA JOCKEY CLUB ARGENTINO 140E. ANNIVERSAIRE (Gr 3) - 3 anni ed oltre - 2500 metri - montepremi € 80.000

La giornata normanna proporra anche il bellissimo GRAND HANDICAP DE DEAUVILLE, per cavalli di 3 anni ed oltre sui 1600 metri in pista dritta, con un montepremi di € 100.000.

Alla vigilia della corsa verrà pubblicata la guida runner-by-runner con una breve descrizione di tutti i partecipanti.

Nell'attesa, rivediamo la vittoria di Marianafoot :beer: nell'edizione 2021 del Prix Maurice De Gheest.



se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente

Autore Argomento

Dottò

Dio del Forum
Messaggi: 19919
FC: 1380Fanta Coin
Messaggi/giorno: 11,84
Reazioni: 5230
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#2

Messaggio da Dottò » 06/08/2022 - 6:34

PRIX MAURICE DE GHEEST

https://www.france-galop.com/fr/course/ ... 0xbFBodz09

guida runner-by-runner

AMILCAR
Soggetto molto regolare, con sei vittorie ed altri quattro podi in tredici corse. Due dei tre np sono arrivati in Gran Bretagna in occasione della trasferta per corse di livello sull'allweather, dopo che in Francia aveva corso molto bene sul sable. Dopo il viaggio a vuoto a Wolverhampton e Newcastle, è tornato in Francia vincendo in gruppo 3 sui 1400 metri in erba di ParisLongchamp, dimostrando una volta di più di gradire tutte le superfici e le condizioni di terreno. Non ha mai affrontato una distanza così breve, anche se il tracciato in pista dritta è in realtà più selettivo. Ha corso in tutti i modi possibili, sia al comando che in coda. La strike rate è ottima, la forma sembra esserci, ma forse non è di questa categoria, anche se non me la sento di scartarlo del tutto.

ROHAAN
Vincitore nel 2021 e nel 2022 delle Wokingham Stakes (handicap di classe 2) del Royal Ascot, a parte questi risultati non è più salito sul podio tra le due prove, e nemmeno all'ultima in gruppo 3 a Newbury. Ottavo di questa corsa nel 2021, mi sembra più un velocista da 1200 metri che non da 1300 (np sui 1350 metri di Riyadh in gruppo 3), ed a parte il Royal Meeting, ha concluso davvero poco. Corre all'attesa nelle retrovie. Non mi intriga.

NAVAL CROWN
E' il soggetto con il valeur più alto del lotto e cercherà la prima vittoria in Francia, avendo ottenuto nelle precedenti tre visite due terzi posti ed un np. L'anno scorso partecipò al Prix Jean Prat (Gr 1) sui 1400 metri in pista dritta di Deauville, e quella fu l'unica volta in carriera che non centrò il marcatore in quindici corse. Le ultime due però sono state notevoli, con il successo nelle Platinum Jubilee Stakes (Gr 1) del Royal Ascot ed il secondo posto nella July Cup (Gr 1) di Newmarket, battendo rispettivamente quattro e tre avversari che ritrova. Corre al comando o tra i primi. Va senz'altro ritenuto tra i probabili protagonisti e probabile favorito, anche se per la verità ho qualche dubbio sulla sua attitudine alla pista dritta di Deauville. Resta comunque tra i cavalli tra i quali sceglierò il mio portabandiera.

GARRUS
Facile vincitore in gruppo 3 all'ultima sui 1200 metri in pista dritta di Deauville, così come a fine agosto nel 2021, in carriera ha ottenuto risultati alterni, oscillando solitamente tra i 1000 ed i 1200 metri. Non ha titoli importanti in bacheca ed il viaggio mi sembra possa essere troppo lungo. Corre solitamente in gruppo dalla metà in giù. Nonostante apprezzi la pista che gli ha regalato le uniche due vittorie della carriera in pattern company, per questa corsa lo lascio fuori.

MINZAAL
Specialista dei 1200 metri, ha corso nove volte in carriera, con tre vittorie, un secondo, tre terzi, un quarto posto ed un solo np, arrivato nelle difficili Platinum Jubilee Stakes (Gr 1) del Royal Ascot. Nel 2021 ha corso solo due volte, con un secondo posto in listed ed un ottimo terzo nelle British Champions Sprint Stakes (Gr 1), mentre quest'anno ne ha disputate tre, una per gruppo, con la brillante vittoria all'ultima in gruppo 3, un terzo posto in gruppo 2 ed il citato np al Royal Meeting. Penso che possa arrivare anche ai 1300 metri di questa corsa, e la buona impressione lasciata all'ultima penso gli accrediti qualche speranza, nonostante la categoria fosse un paio di gradini inferiore. Corre in gruppo. Tra le sorprese mi sembra una delle più interessanti.

NAMOS
Compito difficile per questo tedesco di training, ultimo in questa corsa nel 2019 e vincitore in carriera al massimo a livello di gruppo 3 in Germania (4 vittorie nella categoria). All'ultima è terzo di Amilcar in gruppo 3 a ParisLongchamp, non si è mai piazzato in gruppo 1 e 2 e nonostante trovi una distanza che dovrebbe gradire, mi sorprenderebbe non poco vederlo lottare per le piazze. Ha corso in tutti i modi possibili. Outsider.

ARTORIUS
Sprinter australiano che sta tentando di mettersi in luce in Europa, dopo aver vinto in gruppo 1 in patria nel 2020. Non vince da allora, febbraio 2020, pur essendosi piazzato spesso. Ha dalla sua la probabile attitudine alla distanza, avendo corso bene anche sul miglio, ed ha conquistato due terzi posti nelle due prove del 2022 in Gran Bretagna, in particolare nelle Platinum Jubilee Stakes (Gr 1) del Royal Ascot e nella July Cup (Gr 1) di Newmarket, correndo sempre all'attesa nelle retrovie. Si è ambientato molto bene nell'emisfero nord del pianeta e penso possa essere considerato come uno dei possibili protagonisti, che prenderò in considerazione nelle mie valutazioni.

HIGHFIELD PRINCESS
Diciannove podi in ventisette corse in carriera, incluse nove vittorie a tutti o quasi i livelli, rappresentano la carta di questo soggetto. Nelle sedici corse disputate tra il 2021 ed il 2022, ha ottenuto tredici podi, con vittorie fino a livello di gruppo 2, cosa impensabile solo nel 2020, annata nella quale aveva preso parte ad handicap di classe 6, peraltro con ottimi risultati. E' reduce dal discreto sesto posto nelle Platinum Jubilee Stakes (Gr 1) non lontano da Naval Crown, dopo il successo nelle Duke of York Stakes (Gr 2). Ha corso in tutti i modi possibili. La distanza gradita ed il buono stato di forma potrebbero consentirle di giocare un ruolo importante.

PERFECT POWER
Soggetto molto stimato, cinque volte vincitore in Gran Bretagna, tra cui le Norfolk Stakes (Gr 2) e le Middle Park Stakes (Gr 1) 2021, e quest'anno della Commonwealth Cup (Gr 1), ha fallito l'appuntamento all'ultima finendo np nella July Cup (Gr 1), battuto da due avversari che ritrova e quello nelle 2000 Guineas (Gr 1) di Newmarket. In Francia aveva vinto il Prix Morny (Gr 1) 2021. La distanza rientra nel suo raggio d'azione. Soggetto da tutto o niente, ha corso in tutti i modi possibili e penso possa sorprendere sia in positivo che in negativo. Ci penso su.

HARRY THREE
L'inviato di Clive Cox va per la quarta vittoria a seguire e per confermare il successo dell'ultima in occasione del primo viaggio in Francia della carriera, quando vinse nettamente una listed sui 1200 metri di Deauville. Conta cinque vittorie in nove corse, oltre alla citata listed aveva vinto le prime due corse della carriera in novice di classe 5 sull'allweather e, prima di Deauville, due handicap di classe 2 sull'erba. Corre all'attesa nelle retrovie, non credo avrà problemi a passare dai soliti 1200 ai 1300 di questa corsa. In forma super, ha gradito il tracciato lasciando un'ottima impressione, effettua un tentativo che va decisamente oltre le aspettative iniziali debuttando in pattern company ai massimi livelli, ma sta correndo benissimo ed un pensierino ce lo faccio.

KING HERMES
Cavallo giapponese vincitore di gruppo 2 in patria a novembre 2021, ha debuttato in Europa con un np nella July Cup (Gr 1) di Newmrket di inizio luglio. Soggetto che parte con sollecitudine, solitamente si porta al comando o tra i primissimi, ma tende a perdere mordente nel finale, sia in corse sulla velocità che su distanze superiori. E' arrivato in Europa senza titoli altisonanti, e francamente il tentativo mi sembra piuttosto velleitario. Potrebbe mettersi in evidenza nelle prime fasi, ma penso che presto o tardi finirà per rientrare nei ranghi. Devo escluderlo dalle mie valutazioni.

KINGENTLEMAN
Aveva iniziato il 2022 con due vittorie, entrambe sul PSF, per poi fallire in categorie superiori (una listed e due gruppi 3). All'ultima di maggio a Chantilly sorprende tutti andando a vincere un altro gruppo 3 alla quota di 27-1, venendo poi messo a riposo in vista di questo appuntamento. La distanza non sarà un problema, ma l'unico tentativo sulla pista dritta di Deauville è andato male. Ha corso in testa o tra i primi. Penso che la scalata sia assai difficile, anche se la preparazione in funzione di questo importante appuntamento potrebbe portarlo ad un'altra buona prestazione. Io però lo metto da parte.

ACCAKABA
Ha vinto le prime quattro corse della carriera, incluso il Prix du Calvados (Gr 2) 2021 sui 1400 metri in pista dritta di Deauville. Successivamente due volte quarta in gruppo 1 con in mezzo due terzi posti in gruppo 3, ha dalla sua l'attitudine alla pista, il gradimento della distanza e le esperienze ad alti livelli. Penso che le possano essere attribuite delle chances, anche se soprattutto a livelli più bassi mi sarei aspettato qualcosa di più come risultati dopo essersi presentata col botto, partendo dalla selettiva pista di La Teste-de-Buch, che non avrà corse di primo livello, ma che grazie alla sua selettività, produce spesso ottimi elementi. Ha corso in tutte le posizioni del gruppo. In definitiva, penso che possa aspirare ad un piazzamento, per la vittoria la vedo più difficile.

MIRAMAR
Buon velocista, in Francia ha vinto in gruppo 3 alla penultima sui 1100 metri, prima di tentare l'avventura al Royal Ascot, partecipando alla Commonwealth Cup (Gr 1) di Perfect Power, finendo discreto quinto nonostante una quota oltre il 100-1. Ha corso in tutte le posizioni del gruppo. Penso che sia più da listed/gruppi inferiori e distanze leggermente più brevi, pertanto la lascerò fuori.
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente

Autore Argomento

Dottò

Dio del Forum
Messaggi: 19919
FC: 1380Fanta Coin
Messaggi/giorno: 11,84
Reazioni: 5230
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#3

Messaggio da Dottò » 07/08/2022 - 17:47

L'ospite britannica Highfield Princess vince il Prix Maurice de Gheest (Gr 1) di oggi a Deauville.
Connection John Quinn/Jason Hart.

se tutto va bene siamo rovinati

Rispondi

Chi c’è in linea

Ora in questa categoria: Nessuno e 1 ospite